La contaminazione da Virus COVID-19, avviene in principalmente per via Respiratoria e per Contatto.

La contaminazione respiratoria avviene tramite le gocce generate dallo starnuto o da un colpo di tosse di una persona infetta, lo stesso succede se le gocce di saliva si sedimentano su superfici dove il virus può rimanere attivo anche per alcuni giorni facilitando la contaminazione per trasmissione.

Per distruggere il Virus sulle superfici, le attività di pulizia con acqua e normali detergenti non sono sufficienti, bisogna effettuare delle attività specifiche, mirate ad eliminare i microorganismi presenti sulle superfici.

La Disinfezione deve essere fatta dopo l’attività di pulizia, si devono utilizzare dei disinfettanti specifici che riducano al minimo la carica di microorganismi anche patogeni nel minor tempo possibile.

La disinfezione è l’unica azione efficace contro i microorganismi. Se effettuata correttamente riduce la carica microbica del 99,999%

Maggiore è il tempo di persistenza del disinfettante sulle superfici, maggiore è la capacità di abbattere i microorganismi patogeni presenti, compreso il COVID-19.

Il tempo di abbattimento è specificato sulle schede tecniche di ogni tipo di disinfettante, in base al tipo di patogeno che si vuole eliminare si utilizza un Disinfettante piuttosto che un altro.

Se non si dispone di disinfettanti specifici ospedalieri (PMC) si può utilizzare ipoclorito di sodio (candeggina 4,5%) in diluizione tra lo 0,1 e lo 0,5%, l’etanolo tra il 62 e il 71% (alcool 98%) o il perossidro d’idrogeno (acqua ossigenata 10%) tra lo 0,5 e l’1% e lasciarli agire per un tempo adeguato.

La Sanificazione, cioè l’insieme di Pulizia, di Disinfezione e Disinfestazione dovranno diventare operazioni regolamentate da frequenze regolare.

Non effettuare queste operazioni, aumenterà la possibilità di proliferazione batterica o virale e di conseguenza aumenterà la possibilità di contrarre infezioni.

Per garantire la SALUBRITA’ degli ambienti è fondamentale applicare attività di Pulizia e di Disinfezione frequenti.

Le attività di disinfezione dovranno essere effettuate anche quotidianamente. In ogni caso la frequenza andrà valutata in base al carico di rischio dell’ambiente specifico.

Attuare queste operazioni regolarmente produce come risultato la distruzione dei microorganismi patogeni fino al 99,999 %, riducendo così le probabilità di contaminazione indiretta tramite le superfici e di conseguenza diminuendo le possibilità di infezione.

Abbiamo deciso che dovevamo affrontare con le armi giuste questo impegno e abbiamo adottato tutti gli strumenti e le metodologie migliori per automatizzare il processo di Disinfezione. Questa scelta ci permette di ridurre notevolmente i tempi di esecuzione e conseguentemente i costi.

Al termine delle nostre operazioni, possiamo garantire l’avvenuta Sanificazione tramite un test chimico che verifica la presenza di microorganismi sulle superfici o addirittura ottenere una certificazione da parte di un Laboratorio Accreditato.

Siamo formati e preparati per intervenire in ambienti contaminati e non e smaltiamo direttamente i DPI infetti, garantiamo l’accesso agli ambienti dopo 2 ore dal nostro intervento.

 

Abbiamo 16 visitatori e nessun utente online

Pegaso il Mito del pulito